Sito ufficiale Comune di Allerona

  1. Siete qui:
  2. Home page
  3. > La Città
  4. > Cenni storici

Cenni storici

Allerona, antico borgo di origine antichissima, è pittorescamente situato in collina a 472 s.l.m.

I primi insediamenti nella zona si fanno risalire con buona probabilità ai tempi degli Etruschi, certa e documentata è invece la presenza della civiltà romana: di essa sono rimaste tracce della antica Via Cassia, o Via Traiana Nova, di cui sono stati rinvenuti tratti di selciato e due colonne miliari.

Nel medioevo Allerona fu un castello feudale, importante baluardo del Comune di Orvieto verso Chiusi, soggetto alle famiglie dei Monaldeschi e Filippeschi: dell’antico castello rimangono resti delle antiche mura e le due porte denominate “Del Sole” e “Della Luna”, nonché l’assetto urbanistico.

Panorama di Allerona

Tra il 1494 e il 1495, durante la sua discesa in Italia, diretto alla conquista del Regno di Napoli, Carlo VIII giunse sotto la rupe di Orvieto e, non avendo ottenuto libertà di passaggio e viveri, con il suo esercito saccheggiò e distrusse tutto il territorio circostante, compreso il castello di Allerona.

I suoi abitanti seppero tuttavia riprendersi in fretta, tanto che nel 1585 la comunità si era riorganizzata con un proprio Statuto da cui sono desumibili ancora oggi gli aspetti civili, giuridici, economici, sociali e religiosi portanti della vita cittadina.

Successivamente fu sottoposta al dominio dello Stato Pontificio da cui la liberarono, nel settembre del 1860, i “Cacciatori del Tevere” di Luigi Masi e quindi entrò a far parte del Regno d’Italia.

Attualmente la cittadina, situata nel triangolo chiamato "benedetto" tra i bellissimi territori naturali di Umbria, Lazio e Toscana, è un comune di 1.830 abitanti.

data pubblicazione: 23 novembre 2006

IUC

Progetto ”Comuni Accessibili“

comuni accessibili

Progetto per i nuovi diritti di cittadinanza digitale

Con il contributo di

Crediumbria, banca di credito cooperativo

Partecipano al progetto i comuni di:

Realizzazione a cura di

Logo akebia

Per maggiori infomazioni leggi questo documento

Cerca nel sito

Powered by Akebia | Accessible Web Content Management System Smart Control

Valid XHTML 1.0 Strict

Valid CSS2